25Aug2016

Lo Svezzamento e l’alimentazione naturale del bambino 2 parte

Dott. Alessandro Biancardi

Se il bambino viene avvicinato in modo graduale al cibo dal 6 al 12 mese non avrà bisogno di un’alimentazione particolare, ma solo di cibi sani e vitali.
Per cibo sano e vitale intendo verdura fresca biologica e sotto forma di brodi vegetali, le verdure migliori per iniziare sono la carota, zucca gialla, cipolla, barbabietola.
Frutta di stagione, meglio in purea, se viene somministrata calda deve essere matura iniziando con piccoli bocconi nella tarda mattinata o nel pomeriggio a stomaco vuoto.
Mela, pera, albicocca uva e anguria sempre di stagione sono le scelte iniziali migliori.
I cereali in chicco intero, semi integrali sono da preferire, vanno ben cotti perché siano ben digeriti.
Variare il cereale è una buona idea, il riso semi integrale, il miglio, la quinoa sono ottime scelte senza glutine, ma a rotazione vanno bene anche farro, avena e grano antico con minore contenuto glutine.
Bevande mucillaginose (latti) di riso, orzo e avena, hanno le proprietà del cereale da qui provengono e possono essere consumati nei mesi primaverili estivi perchè in inverno creano muco.
Legumi come piselli, fagioli, lenticchie sono le proteine che volendo possono sostituire le carni, che sono sempre più intossicate da vaccini, antibiotici e processi di filiera alquanto discutibili.
I legumi vanno passati e con il passare dell’età del bambino si possono consumare ben cotti e spezzettati come lenticchie e piselli.
Modiche quantità di pesce meglio se di piccola taglia e pescato.
Olio di ottima qualità in piccole dosi, il consumo di sale va introdotto dopo l’anno di età sotto forma di sale marino integrale ricco di sostanze benefiche.
Occasionalmente per chi lo desidera piccole porzioni di latticini.
L’uovo per i primi anni di età può essere consumato 1 volta la settimana in quanto spesso può dare reazioni di intolleranza.
A proposito di questo è utile prestare attenzione ad alcuni alimenti che possono dare allergia e intolleranza e inserirli gradualmente dopo i 18 mesi.
Gli alimenti che danno più reattività sono i lieviti, i funghi, agrumi, kiwi, cioccolato, crostacei, uova, latte e formaggio vaccino, arachidi e farine raffinate.
Le predisposizioni allergiche generalmente sono ereditarie, non lo sono quelle per lo specifico alimento.

“Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”
Ippocrate

cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter

Cliccando su ISCRIVITI si accettano le condizioni sulla PRIVACY.

Archivio

Leggi tutti gli articoli

Prodotti Mamma e Bimbo

Prodotti specifici per la gravidanza, per la mamma e il suo bambino

banner

bambini
oli essenziali
aromaterapia
olio
lavanda
estate
massaggio
fiori di bach
camomilla
gravidanza

torna
indietro
sfoglia
archivio