25May2016

I problemi di salute estivi dei nostri piccoli: prima parte

Dott.ssa Maria Elena Setti

 

Prima di partire per le vacanze con i nostri bambini è una buona idea soffermarci a pensare agli imprevisti più comuni che possono capitare, in modo da partire preparati con la nostra borsa di erbe officinali, eviteremo così di rovinarci le vacanze e saremo più sereni!



L'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma ha scritto un insieme di raccomandazioni utili per prevenire o affrontare i “piccoli” problemi di salute estivi, prendendo spunto da loro, vediamo cosa offre la fitoterapia per aiutare i nostri bambini:



*Le scottature: sono più frequenti nei bambini che giocano per ore sotto il sole tra acqua e sabbia!
Abbiamo scritto un articolo specifico proprio su come comportarsi sotto il sole, potete approfondire qui l’argomento.



*Le irritazioni agli occhi: sono causate dalla maggioreesposizione al sole, al caldo, al vento, alla sabbia e al cloro, ma anche perché il cristallino, nei bambini è meno efficace nel filtrare i raggi solari. Se ci si espone per molte ore diventa importante far usare occhiali da sole al bambino. La natura ci viene in aiuto con alcune piante utili per decongestionare gli occhi, calmare il bruciore e l’arrossamento, anche in caso di congiuntivite. Possiamo fare un infuso di erbe come: camomilla, eufrasia, fiordaliso, amamelide, mettiamo il preparato in frigo e usiamolo fresco per dare sollievo agli occhi, usandolo come impacco con dischetti di cotone imbevuti del liquido.



*Il colpo di calore: ad alto rischio quando fa moltocaldo, per prevenirlo, è meglio restare in casa durante le ore più calde della giornata, indossare abiti leggeri in fibre naturali come cotone, lino, canapa e preferibilmente di colore chiaro. E’ buona norma non bere bevande troppo fredde, soprattutto se il bambino è accaldato e soprattutto non lasciamo mai il bambino dentro alla macchina parcheggiata all’aperto. Se i sintomi sono lievi, è necessario portare il bambino all'ombra, in un luogo fresco, sdraiarlo a terra, sollevargli le gambe, fargli bere acqua non fredda a piccoli sorsi, anche i succhi di frutta, sempre non freddi, posso aiutare a rintegrare i sali minerali persi.


Possiamo usare acqua aromatica di lavanda fresca da spruzzare su viso e corpo ed eventualmente fare degli impacchi freddi (o anche ghiaccio) sulla testa, fronte, polsi, ascelle e inguine


Anche la menta può essere di aiuto, sia da bere come infuso a temperatura ambiente, sia come olio essenziale, 1 goccia diluita in 50 ml di gel d’aloe o olio di mandorle da spalmare su tutto il corpo o 1 goccia su un fazzoletto da far annusare, per migliorare la respirazione.


Anche l’omeopatia ci viene in aiuto: belladonna30 CH in granuli o soluzione3 granuli o 5 gocce ogni 10-30-60 minuti, a seconda della gravità e della risposta al trattamento, fino a che il bambino si riprende completamente.



*La congestione: fate attenzione all’acqua fredda del mare o della piscina. Prima di far fare il bagno ai bambini è sempre bene attendere quattro ore dal pasto, se il pasto è molto leggero, composto solo da frutta o un piccolo panino sono sufficienti un paio d’ore, sopratutto se l’acqua è tiepida e fuori fa caldo. Se passate tutta la giornata al mare, è meglio portare come pranzo alimenti leggeri, freschi a base di frutta e verdura, succhi o frullati, che si digeriscono meglio e in fretta.

cerca nel sito

Iscriviti alla Newsletter

Cliccando su ISCRIVITI si accettano le condizioni sulla PRIVACY.

Archivio

Leggi tutti gli articoli

Prodotti Mamma e Bimbo

Prodotti specifici per la gravidanza, per la mamma e il suo bambino

banner

bambini
oli essenziali
aromaterapia
olio
lavanda
estate
massaggio
fiori di bach
camomilla
gravidanza

torna
indietro
sfoglia
archivio